Sindrome da assedio e decreto sicurezza

Spread the love

Quanto segue, sarà un testo dal contenuto molto personale e privo di pretese

di applicabilità generale. Per alcune cose ricorderà altri post qui sul Blog, questo e questo, per esempio. A sentire lo story telling ufficiale, potrei dire la versione ufficiale, ma story telling fa più figo, dopotutto l’inglese è la mia seconda lingua o forse la prima, non lo so… Comunque according to the official story telling from the Government, gli immigrati sono un grave problema e l’accattonaggio anche, al punto che serviva un decreto sicurezza che è stato emanato da pochi giorni ed ha scatenato le ire dei, Soliti: studenti, disoccupati e centri sociali, insomma la gente che non ha altro da fare nella vita se non indignarsi, manifestare, e raccogliere firme, buon per loro; firme che praltro porteranno, semmai e dopo vari passaggi, all’indire un Referendum che, come tutti i precedenti nella storia della Repubblica, verranno fatti, pagati e, qualsiasi sia il risultato, verrà ignorato e si continuerà come prima, senza dire che il Governo, una volta convertito in legge il decreto sicurezza, legge che, forse, chissà, verrà abrogata dal potenziale referendum, potrà sempre fare un nuovo decreto sicurezza appunto, per decreto, quindi il risultato netto di tutte le proteste e dell’eventuale Referendum, sarà quello di non aver ottenuto nulla, se non spendere dei soldi che non abbiamo. Io non credo che l’accattonaggio e l’immigrazione richiedano tanto dispendio di energia e tantomeno che rappresentino una emergenza da attaccare con un decreto, ma questo governo ha bisogno, disperato, di dimostrare che fa qualcosa d’altro che sparare provlami, si vogliono considerare il Governo del Cambiamento, ma nei fatti si comportano esattamente come il Governo precedente, annunci a raffica, annunciocrazia come è stata nominata da non ricordo chi e google non mi dà alcun rrisultato per la ricerca “annunciocrazia” a parte un hashtag di twitter e vsri siti di escort oltre a tentare con correzioni automatiche e proponendomi “annunci croazia”, ms certo voi saprete fare meglio. Ho divagato, torno in tema, ok, ci provo.gli immigrati, che chiedono l’elemosina, sono a mio avviso, fastidiosi, certo, ed una minaccia per le già scarse risorse economiche, le mie almeno, ma certo non li trovo una grave minaccia sociale. Però questo Governo li usa per distrarre gli Italiani da altre cose come la manovra economica per dare al popolo un nemico con cui prendersela, in modo da evitare che la volgia di protesta si rivolga contro il Governo stesso. Inoltre c’è una corsa a recuperare risorse, leggasi Soldi, in qualunque modo per comprarsi voti in previsione delle elezioni europee 2019 e dico comprarsi, come già hanno fatto alle elezioni di marzo 2018 con il reddito di cittadinanza usato come straccio rosso davanti al toro e facendo passare l’idea che, se eletti, avrebbero regalato soldi a chi non vuole lavorare. Chi, invece, non ha lavoro, non vive al Sud, più precisamente in Campania, ed ha più di diciannove anni? eh, si fotta ed attenda i quaranta anni per l’altra promessa, elettorale, la quota cento, che scassa i conti solo per sollazzare qualche potenziale  Nel mio piccolo, però mi accorgo di risentire della cosiddetta sindrome da assedio, infatti come vedo qualcuno, di qualsiasi colore che mi avvicinapensionato… io credo, nel mio piccolo di essere stato condizionato ad una sorta di ”sindrome da assedio” infatti quando camino per strada e qualcuno mi si avvicina, il mio pensiero automatico è che voglia chiedermi dei soldi o vendermi qualcosa, a prescindere dal colore della pelle, nel novanta per cento dei casi ci azzecco, stamani ni mille metri-un chilometro- che ho perscorso nel centro di pistoia mi hanno fermato in tre, una zingara che agitava un bicchiere con delle monete dentro e ne voleva altre, poi due immigrati di colore- che non sia mai che dica o scriva negri, altrimenti divento immediatamente tacciabile di razzismo, comunque, bianchi non erano e per il solito vizio degenere della politically correctness, altra clamorosa cazzata, trattata bene da Robert Hughes, in la cultura del piagnisteo -adelèhi- trovabile su amazon, qui e che consiglio a tutti di eggere, perchè fa capire come siamo arrivati al punto in cui siamo, quello dove si deve dire ipovedente, o non vedente ad un cieco, perchè chiamarlo con il suo nome, cieco appunto, sarebbe offensivo, gli storpi ormai sono tutti ”diversamente abili” e, temo, presto che i morti dovranno essere definiti ”privi di vita”, mi domando allora come chiameremo gli stronzi:”pesone di merda forse?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *