L’onda lunga della rabbia

Spread the love

L’italia é un paese fondato sull’invidia, ne sono dimostrazione l’odio che si è attirato addosso Silvio Berlusconi nella sua parabola politica. Odio motivato non tanto da una legittima contrarietà alle disposizioni decise dai governi Berlusconi, quanto dall’Invidia, appunto, che SB si è guadagnato per il semplice fatto di essere Ricco. L’Invidia poi è stata declinata secondo le inclinazioni di Ciascuno, dalla sinistra è stata Cavalcata come Cavallo di Battaglia per attirare Consensi e rinfornzare Posizioni politiche sempre più Deboli una volta esaurita l’onda dei nostalgici del millenovecentosessantotto che speravano in una, in Italia quantomeno improbabile, Rivoluzione Proletaria, se non altro perchè i Proletari, almeno quelli intesi daKarl Marx, sono scomparsi da almeno la metà dell’ottocento, insieme alle fabbriche che impiegavano gli operai alienati che hanno costituito la forza del Partico Comunista Prima, Socialista Poi e che, se già erano in diminuzione con l’italia degli anni sessanta, sono scomparsi del tutto con gli anni Novanta e la Finanziarizzazione del Mondo, dopo l’orgia Spendacciona degli anni ottanta che portò al boom del credito al Consumo, poi tutte queste forze sociali, nel senso di appartenenti alla società, si sono letteralmente vaporizzate con l’avvento di Internet, a partire dal millenovecentonovantasette, che è arrivata su società impreparata e già fatta di analfabeti funzionali in potenza o quantomeno in fieri, quando non veri e propri illetterati, che ne hanno recepito solo gli echi, intermediati dai media, che la proponevano come ultima tendenza USA e ne hanno visto solo gli aspetti più frivoli e facili da raccontare, mancando del tutto una analisi approfondita che, forse, avrebbe fatto loro presagire l’avvento dei Social Network vent’anni dopo che, di fatto, avrebbe spazzato via la Stampa sostituendola con la Post Verità, o Verità dei Post, appunto disintermediata e fatta soprattutto di fugaci sprazzi di notizie veicolate appunto dai Social Media, senza alcuna coscienza Giornalistica a Filtrarle, da qui è discseso l’abbandono dei Giornali che, in un paese che ripudia la lettura e vede gli intellettuali con Sospetto e la Sceinza come Complotto, purtroppo i giornali Vanno letti e l’atto di leggere è, per molti, più  faticoso che spalare pietre Il Movimento cinque stelle ha saputo bene incanalare l’invidia e produrre campagne efficaci contro la Kasta, altro bersaglio dell’Invidia, riuscendo così a fare sì che gli Elettori, spinti dall’invidia, personale e Sociale e dalla Rabbia, li eleggessero al posto di chi c’era prima, per meglio chiunque piuttosto che quelli, con i Risultati che Vediamo. D’altro canto l?Italia manca di una classe dirigente Capace e ben Formata e si continuano a promettere e a credere, in soluzioni semplici per problemi complessi, limitando il pensiero, direi il pensiero critico, ma è riduttivo, direi il pensiero tout court.

-court

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *