Un mondo nuovo2 min read

Spread the love

E ancora tutto da esplorare, arrivo a questa idea perché ci troviamo, di fatto, nelle stesse condizioni di cristoforo colombo e degli altri celebri esploratori che visitarono il mondo dopo il medioevo siamo arrivati su una costa sconosciuta e dobbiamo esplorare un entroterra ignoto e certo ricco di pericoli, popolazioni forse ostili ma certo non conosciute, non sto parlando di uno sbarco su marte o su un altro pianeta
sto invece parlando di questa nostra terra, morfologicamente sempre la stessa, due oceani, cinque continenti, assolutamente sferica, ok ellissoide di rotazione, ma comunque certo non piatta, ed ancora il terzo pianeta del sistema solare, se si conta a partire da mercurio, appunto il più vicino al sole, poi venere, il numero due, poi la terra, il terzo pianeta e poi il quarto marte, sì la terra, quella con un satellite naturale, la luna e decine se non centinaia, di satelliti artificiali, che forse nei prossimi anni diventeranno di più come il grande riflettore che dovrebbe essere una seconda luna e che potrebbe aiutare, almeno secondo i progetti, ad aumentare la luce solare riflessa di notte e quindi migliorare il rendimento delle coltivazioni, immagino che questo renderà fertile anche il sahara e l’antartico e l’artico, altre zone di cui sappiamo poco, in un mondo che, dal sei agosto del millenovecentonovantuno, giorno di nascita del world wide web, è cambiato tanto, ci è anzi, cambiato direttamente sotto i piedi, diventando un mondo, non tanto ”altro” quanto un mondo diverso, appunto un mondo nuovo e tutto ancora da esplorare, certo ci saranno nuove scoperte, anche se il movimento antiscientifico cerca di cancellare il motore primo delle scoperte, ovvero la stessa mentalità scientifica e la cultura connessa, perché la cultura spaventa, specialmente chi non ne ha neppure un pochina, come molti degli attuali politici, che vogliono governare un paese come l’italia, appunto ignorante e che nell’ignoranza sguazza, altrimenti non si spiega perchè ci sono tanti analfabeti funzionali o di ritorno e tanti ignoranti tout-court

Liked it? Take a second to support Carlo on Patreon!

Una risposta su “Un mondo nuovo2 min read

I commenti sono chiusi