marketing del togliere1 min read

Spread the love

non p

Oggi sono andato in un supermercato CONAD a comprare alcuni generi alimentari, in altre parole, cibo, tra le cose che desideravo acquistare, per consumo casalingo, nulla di che, c’erano dei biscotti secchi, meglio del mulino bianco, arrivo nella zona degli scaffali deputati ai prodotti da colazione e non vedo niente di simile a quello che cerco, mi metto a guardare meglio e realizzo che non ci sono, in tutto il supermercato ce n’è un solo tipo di marchio a me non noto, per altro, e comunque disperso tra le offerte di livello più alto, quei biscotti secchi che sono al confine con i quasi paticcini, dalle sfogliatelle di matilde di qua, alle croccole del conte di là ed altri nomi di fantasia che forse esaltano qualche bambino e, vista la quota degli scaffali propendo per questa ipotesi, inoltre il costo è mediamente inferiore ai marchi noti, mulino bianco, colussi e simili e, quindi, conad penso che utilizzi una strategia abbastanza trasparente: mettre i prodotti, ‘primo prezzo, vicini a quelli a prezzo più alto in mododa garantirsi i margini che gli servono, e quali sono i prodotti che costano di più? ovvio che i simil-pasticcini possono essere prezzati a cifre leggermente più alte di quelle dei biscotti da consumo in quantità ed ecco così che si spreca il marketing del ‘senza’, così come nelsettore verdure non si trova più un limone normale, ormai sono tutti bio, perchè l’etichetta bio porta su il prezzo, poi il fatto che i limoni, bio in frigorifero, muffiscano in tre giorni è un altro discorso, ma datemi quei sani, belli, limoni industriali di un tempo, coperti di chimica e che non muffivano neanche dopo 4 mesi, altrimenti le ceste di frutta che fanno tanto salotto da rivista di interior design, ve lescordate. Idem, nel senso di stesso meccanismo per le merendine e i biscotti, tutto un fiorire di senza olio di palma, senza, fruttosio, senza uova, senza farina 00, senza glutine, senza questo e senza quello. ve l’immaginate se uno andasse a comprare un’automobile senza sedili, senza olio lubrificante, senza tergicristalli e senza sportelli, perchè… così igliora la circolazione dell’aria, e dell’acqua quando piove? certo che siamouna società veramente giunta all’estremo del rincoglionimento, l’asteroide si può solo sperare che arrivi presto…

Liked it? Take a second to support Carlo on Patreon!