inviato all’estero1 min read

Spread the love

Bruxelles

Ho fatto l’inviato-ordinario-non speciale-a pasqua nel 2007, per la rivista SUB, per la quale ho scritto da giornalista per un po’ di anni, così che quando, nel 2007 la redazione fu invitata a mandare un giornalista a seguire una conferenza  del DAN EUrope, mi chiesero se sarei stato disponibile ad andare, fare qualche foto, scrivere un pezzo e loro mi avrebbero rimborsato le spese di viaggio e Hotel, ovviamente accettai e fu così che passai il week-end di pasqua 2007 a giro per Bruxelles,ed il lunedì di pasqua a spasso per il centro come turista prima di riprendere l’aereo per Pisa, dove avrei lasciato la macchina al parcheggio a breve termine trattandosi di sole due notti, da solo, mi sarei dovuto arrangiare, il belgio non lo avevo mai visitato così sarebbe stata una prima esperienza, ma il francese lo parlo, il belga no, ma in belgio parlano francese, a modo loro ma comunque francese,e quindi ero certo di cavarmela, la conferenza sarebbe stata in inglese e quindi nessun problema, mi accertai di avere una macchina fotografica e per prendere appunti mi portai il mio computer portatile di allora, un HP convertibile, forse l’unico prodotto e fu l’occasione per metterlo alla prova, insieme alla macchina fotografica che , pensate voi era una analogica a pellicola… la minolta dimage5 digitale me la avevano rubata da poco, ma questa è un’altra storia e it was long ago and far away, che non c’entra nulla con star wars, ma è una strofa di “objects in the rearview mirror may appear closer than they are”, di meat loaf, dall’album “bat out of hell 2”, back into hell, capolavoro del rock nella mia modesta opinione e che potete trovare ad esempio su amazon, qui

Liked it? Take a second to support gestione on Patreon!