Si comincia2 min read

Spread the love

in realtà non parlerei di un inizio visto che

xv

la campagna elettorale permanente è ormai in corso dal 2017, più che altro si continua e si andrà avanti fino alla fine delle elezioni che, a questo punto, prima si fanno meglio è per tutti, per noi cittadini che ne abbiamo le palle piene, e forse qui andrebbe cercato uno dei motivi della disaffezione dalle politica, non tanto nell’antipolitica quanto proprio in una saturazione di politica continuamente menzionata, anche se non si tratta più da anni, dal q947 almeno di politica ormai è una cosa come il campionato di serie A, la politica viene messa al centro del discorso in ogni momento, le notizie non parlano di altro e nell’ultimo anno, con il Governo conte, è iniziata quella che vedremo in pieno svolgimento nelle prossime settimane, ma è un copione già visto molte volte,un po’ come più di un secolo fa sull’altopiano di asiago, linee di nemici fissi, trincerati nelle loro posizioni che continuano a massacrarsi con attacchi e contrattacchi che risultano in minime, se non nulle, perdite e conquiste di metri di terreno, avanti e indietro, maciullando vite inutilmente, una guerra di trinceache, oltre ad essere sommamente noiosa, si combatte abotte di accuse a vivenda, sempre le stesse, mai dimostrate e basate esclusivamente sull’attacco alla persone, Salvini vuole le leggi marziali, di maio non lavora, è colpa sua, è colpa degli altri ma non nostra e, ricordate queste parole, finora non avete ancora visto niente, ormai la politica è una lotta a due tra M5S e Lega per le percentuali nei sondaggi, una guerra noiosa, priva di contenuti e il Paese, l’economia reale, continuano ad appassire ma, in un paese di pensionati, a nessuno interessa.
quanta nostalgia per la fine degli anni ’40 quando la politica era fatta di ideali, contrapposti, ideologia e persone e programmi, non gossip e sound bites come oggi

Liked it? Take a second to support gestione on Patreon!