il palco aperto a tutti-open arms lampedusa2 min read

Spread the love

come in una replica di uno spettacolo che attira la folla, sono arrivati i gruppi spalla, richard Gere, Rubio e vari capitani delle navi umanitarie delle ONG… a tutti spetta una particina nel grande show, lo spettacolo, giocato sulla pelle dei migranti, che va in scena tra la libia, malta, Lampedusa e l’Italia, un contest internazionaleche neanche l’eurovision. Le ragioni sono chiare

xv

tutta l’attenzione dei media e della politica è puntata suquella vicenda, quindi quale invito più appetibile di questo per personaggi in cerca d una conferma alla propria visibilità, Chef Rubio Alias Gabriele Rubini, Rugbista che quando l’età ha detto che non era più il caso di scendere in campo a prendere botte si è furbamente e con capacità riciclato come personaggio tv reinventandosi chef-star che in questa società mediatizzata tira sempre, presto credo che lo vedremo in politica, col pd ovviamente, più complicato, ma sotteso da logiche simili, è il caso di Richard Gere, ex stella del cinema che, alla bella età di 69 anni, quando gli altri pensano sono a godersi i nipoti e la pensione, decide di godere della fama di un tempo e cerca di riciclarsi come guru del mondialismo, dopo aver, negli anni, cercato di passare per campione del buddismo, amico del Dalai Lama che, anche lui è un po’ come Papa Giovanni Paolo II, gente che pur di essere inquadrato dalle telecamere ed avere addosso la luce dei riflettori farebbe di tutto, e lo fanno di tutto, ricordiamo wojityla sciatore? di cui i media non hanno esitato a mostrarci ogni istante della sua umiliante decadimento fisico, dai dettaglioni delle suore che gli asciutgavano la bava dal volto alle spiegazioni sui problemi intestinali legati alla età avanzata, ovviamente con tanto di professore di medicina in pensione al quale non si possono negare i 15 minuti di celebrità che Warhol anzi McLuhan aveva preconizzato negli anni 60 come eredità del futuro

Liked it? Take a second to support gestione on Patreon!