Categorie
politica società

la scienza lo conferma niente è più odioso della frase2 min read

Spread the love

“gli operatori sono momentaneamente occupati, siete pregati di attendere in linea per non perdere la priorità acquisita” una ricerca della facoltà di psicologia dell’università della kamchatka orientale, ha dimostrato che questa frase è capace di far salire la pressione all’80% dei soggetti che la sentono, e questa frase è una delle molte tattiche che vengono messe in azione, implementate, ma questo verbo mi fa schifo, dai call center istituzionali per fare in modo che i lavoratori che lavorano circa 6 ore al giorno, un paio di giorni alla settimana, non debbano rispondere troppo spesso al telefono e possano avere il tempo di andare al bar per la 3a, 4a e forse anche quinta colazione della giornata oppure abbiano tempo di finire il cruciverba che stanno facendo, perchè, una volta ottenuto un impiego pubblico, grazie a una amicizia o parentela possano rilassarsi senza di fatto lavorare, perchè lavorare, in attesa della pensione è faticoso e va evitato ad ogni costo.in particolare gli addetti ai call center delle aziende di trasporto dei rifiuti urbani, devono essere mantenuti indenni dal lavoro, altrimenti, poverini si stressano e poi devono andare in mutua o scioperano, preferibilmente di venenrdì così dal giovedì al lunedì fanno festa, tanto vengono pagati ugualmente, loro ed i loro contributi e possono limitarsi a guardare il totale della busta paga per pianificare l’andamento economico e finanziario della loro famiglia, senza doversi preoccupare di anticipi iva a novembre ed altre incombenze che assillano, invece, i liberi professionisti, che, nella narrazione mainstream, sono tutti persone che non fanno niente e che evadono le tasse, e finchè l’italia seguirà queste tradizioni, non si rialzerà  mai dalla posizione stesa a terra a cui l’ha indotta la crisi, ci vuole spirito di iniziativa e voglia di lavorare indipendentemente, senza datore di lavoro, ecco perchè il 40% degli italiani sogna un impiego pubblico, nel quale cercare di evitare il lavoro effettivo in ogni modo immaginabile e cancellare da sè qualunque spirito di iniziativa, oltre ad allontanare da sè lo spettro terrificante del prendersi una qualche responsabilità, perchè, una volta ottenuto l’impiego pubblico, l’unico obiettivo dell’esistenza di questi soggetti diviene il mantenerlo e il non fare niente che possa eventualmente mettere a rischio tale posto che, una volta arrivati all’età della pensione, secondo obiettivo nella vita di queste cose, che chiamarle persone è troppo, ma una volta arrivati all’età di messa a riposo, si farà tutto il possibile per tramandare il posto a figli e parenti, nella migliore, o peggiore tradizione del familismo amorale.

xv
Liked it? Take a second to support gestione on Patreon!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *