Categorie
cultura generale politica riflessioni società

La tranvia… perchè no?3 min read

Spread the love

C’è a Bordeaux, A Bruxelles, A Edimburgo, A Dresda,A milano, A Roma, quelli celeberrimi di San Francisco, quelli Super-fotografati di Lisbona, q Torino che collegano con varie zone della città metropolitana,e ancora, Tram presenti anche a Vercelli, Tortona, Savona Oneglia, Genova e Anche se arrivata e completata di Recente a Firenze, per una lista esaustiva, vedere qui. In Valdinievole ne è esistita una, quella Lucca Pescia Monsummano, esistita dal 1906 al 1957 Poi fu ritenuta obsoleta e, per darsi un’aria di modernità e per accontentare gli interessi della famiglia Lazzi, fu rimpiazzata da un servizio con Autocorse, Autobus, gestita dalla Compagnia-combinazione?-LAzzi, forse la commistione impura di interessi tra politica e aziende private non è una caratteristica solo dell’italia Attuale cito da Wikipedia “Nel 1934 subentrò alla presidenza Jacopo Lazzi, i cui interessi nel campo dei trasporti automobilistici agevolarono la soppressione dei servizi urbani di Pescia e di quello verso Monsummano:” Qui maggiori informazioni sulla storia dell’Azienda.

xv

Io Abito a Pistoia e, quindi, ovviamente le mie considerazioni sono influenzate dalla mia prospettiva ma, visto che la piana Firenze-Prato-Pistoia-Valdinievole è un asse viario molto frequentato, pensate alla Firenze MAre, autostrada che collega Firenze e Lucca con Viareggio e agli ingorghi quotidiani, specialmente al mattino tra prato Est e Firenze.. è anche una zona molto antropizzata circa 667530 abitanti solo contando gli abitanti di Prato, Firenze, Pistoia e Lucca, senza considerare gli abitati delle ampie zone montane e collinari a nordi dei comuni della piana, che contribuiscono altri abitanti e, soprattuto, lavoratori che si spostano quotidianamente verso firenze e da firenze, e poi aggiungiamo anche il peso antropico del Valdarno, Pontedera, Empoli e comuni Circostanti, con le loro zone di pertinenza ed abbiamo una massa umana che stimo essere intorno a milione, a cui aggiungere uteriomente i veicoli di passaggio, ad esempio chi, va a Firenze per poi proseguire verso Roma o Bologna che vanno ad incrementare il già rilevante traffico veicolare ed il conseguente inquinamento da gas di scarico e polveri sottili, più tutto il traffico locale in quanto in molte zone le superstrade e l’autostrada vengono usate come circonvallazioni per aggirare i centri città, quindi, a fronte di tutto questo e considerato che la piana è, per definizione pianeggiante, i soli ostacoli naturali sarebbero la piccola propaggine di montagna pistoiese, appennino, che si insinua nella piana tra pistoia e montecatini in direzione dell’area del padule di fucecchio ed è attraversata dalla galleria ferroviaria di Serravalle, in fase di raddoppio per il potenziamento della linea ferroviaria, a conti fatti credo che la creazione di una vera linea tranviaria tra viareggio e firenze, avrebbe numerosi vanraggi e farebbe facilmente le veci di una auspicabile linea metropolitana, non realizzabile per la presenza di acqua sotto larghe aree della piana stessa, che, seppure i tunnel potrebbero essere realizzati ugualmente, vedasi il tunnel sotto la manica, avrebbero costi imponenti. D’altra parte la funzione di una tranvia a lunga percorrenza, risolverebbe anche vari problemi di mobilità e di traffico locali, sgravando e strade provinciali dal traffico e permettendo ad esempio agli studenti, di muoversi agevolmente senza ricorrere a bus o ad auto private, inoltre la tranvia avrebbe alimentazione elettrica e quindi un impatto inquinante limitato. Inoltre dei circuiti locali nelle città permetterebbero di semplificare la mobilità entro le città, sto pensando specialmente a lucca, Prato e Pistoia, visto che firenze si è giò dotata di tale infrastruttura con i risultati di traffico che sono illustrati qui .

Liked it? Take a second to support Carlo on Patreon!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *