Categorie
biografia

Born in the USA

A 36 anni da quando è uscito ripenso al primo LP che ho acquistato, in tempi in cui il vinile, o il vinile, i  Cd erano ancora di là da venire in quel lontano 1984 in cui uscì Born in the USA, Bruce Springsteen che allora era appena conosciuto in italia, nonostante fosse ormai al suo settimo album, ma ricordo con precisione che lo acquistai una sera di inverno, era buio ed ero in prima superiore, ma potrebbe essere anche stata una sera del 1985, ma ricordo chiamaremente che lo acquistai nella galleria commerciale a montecatini, tra via san martino e piazza d’azeglio, nel principale negozio di dischi di montecatini: il superdisco, glorioso luogo di ritrovo dei giovani bene, e meno bene e, al tempo, dei primi tossici e, con loro, degli spacciatori, favoriti dalla galleria, costruita nel sottoscala di,una piscina, già al tempo chiusa e mai riaperta. Negozio dove venivano proposte le novità discografiche, ed i fondi di magazzino dal negoziante, soprannominato, per motivi a me ignoti, l’Anatrone, un pezzo di vita andata  e da tempo, ma ricordo ancora che lo comprai coi soldi della paghetta, chissaò quanto mi davano i miei genitori, entrambi scomparsi quindi sarò una delletante, tantissime cose, che non sapròmai, malo acquistai facendo una corsa mentre aspettavo di ritornare in auto su cui mia mamma mi asettava per accompagnarmi ad una delle centinaia, di ore di lezione di ripetizione di matematica che, non ho mai imparato e chissà auanto sono costate, e tutto per nulla. Ma ricordo l’P con lasua iconica copertina che mi aspettava sul sedile posteriore della macchina di famiglia in quel periodo una mini clubman ancora relativamente nuova, era del 1982 mi pare, e di colore marrone, ma essendo una macchina, una auto, essenzialmente dimenticata in italia dove imperava ed impera tutt’oggi la marca fiat per gli autarchici, convinti, posto qui sottouna foto della versione gialla, anche se la nostra era marrone, nocciola scuro precisamente quella della prossima foto, comprese le righe dorate, autoadesive, coi doppi sportelli posteriori che oggi si trovano solo sulla dacia Logan credomacchina che fu poi anche quella su cui feci non so quantimila chilometri di pratica prima di sostenere l’esame di guida nell’rmai lontano 1990, infatti sono quasi al terzo rinnovo della patente

xv
Categorie
biografia cultura generale riflessioni

Ho sbagliato, mea culpa-no coronavirus

Questa settimana di certo, questo è il primo post che scrivo che non parlerà di CoronaVirus, argomento che ormai è discusso da tutti, continuamente, senza che questo faccia la minima differenza nella situazione drammatica in cui si trova l’Italia, se proprio volete leggere qualcosa in merito a cosa penso della situazione e del CoronaVirus, vi invito a leggere i mie post recenti su questo stesso blog, in cui ho espresso ciò che pensavo in merito alla situazione e alla gestione, all’italiana, dell’emergenza Covid19, ma oggi non vogliotornare sull’argomento Coronavirus e, quindi,  ho intitolato questo post no-coronavirus e mi concentrerò invece sulla critica alle mie decisioni sbagliate, una vera autocrtitica, di me stesso che ho sbagliato molto e, di certo, molto sbaglierò in futuro, perchè sbagliare è connaturato al fare. e io preferisco fare che non rimanere in attesa che le cose accadano, per quanto sia anche convinto che la vita ci birilla come palle da biliardo (Cit. Antenor Francesco Guccini). per altro, parola che mi piace usare come congiunzione testuale, con senso di, appunto, congiunzione, invece che in senso avversativo come si fa, con “ma”, “però” e, spesso negli anni scorsi, oggi un po’ meno, con l’abuso di “piuttosto che” nel sensodi “e anche” esempio: Cameriere che prende una ordinazione “potete avere pasta al pomodoro, al sugo di funghi, alla panna e salmone, piuttosto che alla spigola, o al prosciutto e formaggio. Mi sono perso nello scrivere, mi capita spesso, mi è sempre capitato e quindi non posso incolpare l’età… . Credo che spesso, queste forme di abusodi termini usati a sproposito nel discorso, tanto nello scritto che nel parlato, non siano dovute ad una scarsa proprietà di linguaggio, quanto piuttosto, ad una esigenza di “riempiere il vuoto” e ad parlare più di quanto serva davvero, una specie di logorrea, appunto dovuta all’horror vacui ed è da qui che, derivano anche altri intercalare, come “cioè” e il recente “e…quant’altro” .

xv
Categorie
biografia società

da dentro la zona rossa

10 marzo 2020.

xv

Da questa mattina 10 marzo 2020, la Toscana, anzi l’italia intera è

Categorie
biografia cultura generale giornalismo politica società

e se…

E’ noto che “con i sé e con i ma, la storia non si fa” frase che spesso viene ripetuta come se fosse un assioma, ed in parte potrebbe anche esserlo, ma un assioma è evidente pe sé cioè di per se stesso, non perchè viene usato spesso,altrimenti qualsiasi meme sarebbe verità se solo abbastanze persone lo fanno proprio. Ma, comunque, io insisto a pensare per conto mio, ad essere una voce fuori dal coro, ed ha pagarne le conseguenze sulla mia pelle.

xv
Categorie
biografia

Il nuovo sport nazionale

E’ il…

xv
Categorie
biografia cultura generale politica società

Tolleranza e Libertà: un binomio inscindibile?

Categorie
biografia giornalismo politica società

Lo sciacallaggio sui disoccupati è veramente uno schifo

lo dico da disoccupato, dal 2015 per la precisione, la storia l’ho già raccontata ed è chiarita anche dal mio Curriculum Vitae, che ho pubblicato qui , sono quasi 5 anni che inseguo un nuovo lavoro, recandomi spesso al centro per l’impiego, sempre inutilmente e, ovviamente, rincorrendo gli annunci di lavoro sul web e su linkedin , come avevo raccontato un anno fa , ci sono siti che fanno sciacallaggio sulla ricerca del lavoro, mostrando google ads in mezzo agli annunci di lavoro sapendo che quelle pagine saranno ricercate e visitate proprio a causa della disperazione di chi cerca lavoro. oggi sono incappato in un nuovo caso, il sito cerco jobs che rimanda ad un sito spagnolo, è tutto un intreccio di redirezioni al solo scopo di registrare più  visualizzazioni di pagina, alla caccia di un click in più su annunci mostrati a disoccupati, che, quasi per definizione, non consumano quanto chi vende vorrebbe, per la semplice ragione che il loro potere di spesa è…

xv
Categorie
biografia

Curriculum Vitae

Il mio CV o, CV. acronimo di Curriculum Vitae, anche se talvolta si trova ancora la forma antica Curriculum Vitae et Studiorum è  stato molto in giro dal 2015 ad oggi, in questi cinque anni di quasi spasmodica ricerca di un lavoro, ne ho spediti circa 200, ottenendo circa 3 risposte, un tasso di risposta di appena lo0,00000235 o, meglio dello 0,000000002% , QUINDI lo pubblico anche qui, chissà che venga utile…

xv
Categorie
biografia cultura generale politica società

lettera aperta al Presidente della repubblica

Egregio Presidente, spero che Egregio vada Bene, anche se, mutatis mutandis, sì ed anche  habens imbrem facit, cioè avendo fatto la doccia, per assicurarsi la pulizia in presenza di tali auguste persone, o antonine, o cesaree o neroniane, insomma di imperatori ce ne sono stati tanti dopo augusto, quindim scegliete quello che preferite da usare come aggettivo,  un misero professore universitario è già appellato egregio ed un rettore addirittura magnifico, un ministro Eccellenza, un Presidente della repubblica sarà quantomeno un Eccellentissimo o Stupefacente, nel senso che provoca stupore non che assume droghe, lungi da me voler adombrare di queste assurdità. ma l’occasione mi è gradita per esternare un pensiero, non sarà che tutte queste misure per rivolgersi a quella che, in ultima analisi altro non è che una persona, sia un ulteriore tentativo di separare i cittadini dal potere e, quindi, consentire ai portatori di questo potere di gestirlo nei propri interessi, come sappiamo che spesso accade? leggete qui che cosa comporta parlare con una persona anzi con un cittadino che di lavoro fa il giudice . complicato nevvero? intanto chiamatelo magistrato, non giorgio, Pierpaolo o quale che sia il suo nome proprio, no un titolo che non è comune, magistrato e sticazzi? non lo dico per giovanilistico spregio all’autorità, ho 48anni e diciamo che il mio approccio all’autorità è, appunto, il mio, non la forma comune che i cittadini credono di dover adottare per contattare chi ha più potere, o status, di loro.. Enough said.

xv
Categorie
Europa politica società

come vincere le prossime elezioni

Attualmente non sono in politica, ma ho una laurea triennale che, ai fini dei concorsi pubblici, è  equivalente ad una laurea in scienze politiche e inoltre sono iscritto al corso di laurea magistrale in sociologia e ricerca sociale, quindi di politica qualcosa ne so, e oggi mi va di dare un consiglio a chi vuole essere eletto alle prossime elezioni, se e quando ci saranno, data impossibile da prevedere dato che i M5S- tutti falliti nella vita privata, pre-politica non hanno assolutamente alcuna carriera da riprendere al termine del loro mandato parlamentare e, quindi, staccarli dalle poltrone sarà molto più difficile del normale(che già è piuttosto complicato)– e cercheranno di portare avanti il governo giallo rosso il più a lungo che potranno…. per poi tornare a casa a godersi la pensione, che i giovani che hanno un lavoro, o fortunati, e questo lo dico con invidia da non più giovane e disoccupato da quasi 5 anni.

xv