Categorie
biografia Europa riflessioni viaggi

viaggio a Bordeaux Francia

Lavoravo per una multinazionale e, faticosamente e lentamente, avevo proposto e fatto accettare la necessità di adottare un Sistema  PIM (Product Information Management) per gestire le informazioni riguardanti i prodotti ed automatizzare la produzione annuale del listino prezzi, di cui mi occupavo da alcuni anni e che portava via una parte significativa del mio tempo, oltre ad essere incredibilmente noiosa, per chiarire diciamo che mi occupava circa 3 settimane ogni anno e richiedeva multiple interazioni con vari uffici, per poi scoprire comunque vari errori ed imperfezioni che andavano corrette e richiedevano altre due settimane per essere implementate. Il Sistema  PiM scelto, Genicat, poi rinominato OneBase (un software in Cloud) prometteva di automatizzare il processo oltre a rendere disponibili immediatamente disponibili le informazioni su ciascun prodotto e le relative descrizioni tradotte nelle 6 lingue che l’azienda utilizzava per interfacciarsi con i propri clienti in tutta europa e nel resto del mondo.Chiaramente l’implementazione del sistema aveva comportato resistenze in differenti uffici in base al fatto che richiedesse più o meno lavoro locale e,ovviamente, il lavoro di superare tali resistenze era stato affidato al sottoscritto in quanto propositore originale del sistema. A quel punto ormai molto lavoro era stato fatto per popolare il database con i dati fondamentali e cominciava ad essere il periodo, tardo luglio, di iniziare a preparare la produzione del listino, tenendo conto della ormai prossima indisponibilità di molti dipendenti con le prossime ferie di Agosto e della necessità che il listino fosse pronto ai primi di settembre, invece che, come di solito, alla fine di ottobre in modo da convalidare anche l’idea originale dell’adozione del nuovo sistema, di vui, di nuovo ero responsabile io, ecco che cominciai a guardarmi intorno per capire come trasferire, in teoria semi-automaticamente, i dati dal Database ad Indesign, il software di Desktop Publishing che usavamo come Standard per poter inviare i Listini in Tipografia, un bel passo avanti rispetto ai listini realizzati con MSWord fino a qualche anno prima. Contattando il fornitore del PIM scoprii che la loro azienda aveva una struttura con Base a Bordeaux che si occupava di stampa e di Formazione. Partì così una lunga serie di email per chiederle disponibilità di un corso di formazione e la fattibilità della cosa, coinvolgendo ovviamente i miei superiori che dovevano approvare le spese di una eventuale trasferta e cercando di concordare una data fattibile per tutti. Ovvio anche che, essendo sempreio l’origine del programma, anche l’organizzazione del viaggio sarebbe ricaduta sulle mie spalle, infatti dovetti muovermi a trovare un volo ed un albergo in quel di Bordeaux con un preavviso minimo, non appena fu stabilito che avrei seguito la formazione dal 1 Agosto al 3 dello stesso mese nella ridente località, che mi chiedo, ogni volta che uso questa frase, cosa mai avrà da ridere una località, Lormont in particolare,.

xv

Lormont, infatti, è un sobborgo della comunità urbana della metropoli di Bordeaux, posta anch’essa sulle rive della Garonna a circa 6km da Bordeaux ed al nordest dal Centro di Bordeaux Essa, in altre parole, è una cittadina dormitorio piuttosto priva di attrattive turistiche se si fa eccezione per il pont d’Aquitaine che attraversa, appunto il fiume Garonna, e che è l’unica cosa visivamente significativa della zona. Con la partenza fissata di lì a tre giorni fu il momento di darmi da fare per trovare un volo ed un albergo che avesse posti disponibili, la struttura dove avrei seguito il corso mi suggeriva di scendere alla Ferme de qualcosa o un nome simile ma non prenotabile online ragione per cui scelsi invece la proposta di booking.com che proponeva una Albergo della catena Kyryad che già conoscevo e che, secondo google maps era a distanza affrontabile a piedi dalla sede della Galilée dove il corso si sarebbe tenuto, un fattore non poca importanza in un paese straniero nel quale non ero del tutto certo di trovare facilmente un taxi sul posto e quindi potendo fare davvero affidamento solo sui passi lunghi e ben distesi per potermi spostare in giro. Scelto il Kyryad e verificato che avessero posto nelle date volute fu il momento di cercare un volo per Bordeaux, fortunatamente servita da Ryanair ma sfortunatamente con un volo con orario e date accettabili, solo da Bologna, invece che da Pisa come sarebbe stato per me più comodo. Prenotati volo ed hotel e fatto un altro giro di email per confermare le autorizzazioni non restava che concludere la giornata di lavoro e rientrare a casa per cercare di avere un minimo di tempo per preparare i pochi bagagli che mi sarebbero serviti perla permanenza di soli due giorni.

Categorie
Europa politica società

come vincere le prossime elezioni

Attualmente non sono in politica, ma ho una laurea triennale che, ai fini dei concorsi pubblici, è  equivalente ad una laurea in scienze politiche e inoltre sono iscritto al corso di laurea magistrale in sociologia e ricerca sociale, quindi di politica qualcosa ne so, e oggi mi va di dare un consiglio a chi vuole essere eletto alle prossime elezioni, se e quando ci saranno, data impossibile da prevedere dato che i M5S- tutti falliti nella vita privata, pre-politica non hanno assolutamente alcuna carriera da riprendere al termine del loro mandato parlamentare e, quindi, staccarli dalle poltrone sarà molto più difficile del normale(che già è piuttosto complicato)– e cercheranno di portare avanti il governo giallo rosso il più a lungo che potranno…. per poi tornare a casa a godersi la pensione, che i giovani che hanno un lavoro, o fortunati, e questo lo dico con invidia da non più giovane e disoccupato da quasi 5 anni.

xv
Categorie
cultura generale Europa media scienza società

la vecchia Italia ha paura dell’influenza ma l’isteria ha altre radici…

grafico di 30enni e 60enni a confronto 2018e quali sono le radici della reazione isterica delle persone che si sono chiuse nel razzismo e che evitano, ad esempio di andare a prato perchè Prato ha una popolazione di quasi 30000 cinesi immigrati e lavoratori, ma l’italia mentre i cinesi discendevano su prato e, di fatto, la colonizzavano in modo pacifico, ed i Russi per un breve periodo colonizzavano altrettanto pacificamente, Montecatini e Santa Croce, con decine di Amanti che sono tornate in russia appena la crisi economica ha colpito duro, con lo slogan “Finiti i soldi, finito Amore” Cinico ma realistico, -mentre tutto questo avveniva negli anni 90 del secolo scorso, in contemporanea con le prime ondate di invasione dall’albania anche queste pacifiche e a distanza di una 25 di anni tutte ben integrate nel tessuto sociale della toscana- che, al contrario ad esempio, del veneto non si è chiusa nel razzismo della Lega, quella di bossi e, oggi, anche quella di Salvini.- mentre queste cose accadevano cosa facevano gli italiani non intesi come singoli cittadini ma come comunità?

xv
Categorie
cultura generale Europa media politica Senza categoria società

Combattere il razzismo e l’antisemitismo ma non con il giorno della memoria

Iniziamo dicendoci che quello che è accaduto agli ebrei nella seconda guerra mondiale è una cosa orrenda e inaccettbile per una società che vuole dirsi civile, sull’argomento sono stati scritti fiumi di parole, chilometri di carta stampata, metri e metri di pellicola e qualunque altra misura si voglia immaginare per un mezzo artistico atto a descrivere quello che succedeva nei paesi sotto la dominazionenazista e nei lager come Auschwitz, Dachau, Treblinka e Birkenau e Sobìbor, per citarne solo alcuni tra i più noti, Schindler’s List ma anche “se questo è un uomo” di Primo Levi, che sull’argomento ha scritto anche “La Tregua”Le Benevole” di Jonathan Littel, che racconta i fatti d aun punto di vista originale, quello di un ufficiale Tedesco non direttamente implicato con quello che avveniva nei campi di sterminio, ma comunque implicato in quello che succedeva nell’est europa in attuazione del Fall Gelb, il Caso Giallo, che però avvenne agli inizi del 1940 sul fronte occidentale invece che orientale.

xv

In ogni caso l’applicazione della tecnologia moderna allo sterminio non poteva dare che i risultati noti e ben descritti da hannah harendt in la banalità del male , che, al contrario dei libri precedentemente descritti, è un saggio storico che si occupa del processo ad Eichmann a Gerusalemme e nel descrivere ciò che accade spiega anche come si sia potuti giungere a certi picchi di disumanità .

Alcuni di questi libri Ci sono e Vi sono stati propinati, direi imposti, a scuola, soprattutto per chi ha frequentato le scuole medie negli anni ’80, e i fatti sono noti anche per memoria culturale e generazionale, non per fortuna, per averli vissuti in prima persona, ma dalla cultura generale anche se, in Italia questa sta scomparendo come neve al sole grazie ad un processo di abbattimento della cultura che è in corso almeno a partire dal 1968, ed è uno di quei processi dei quali è inutile cercare il colpevole, perchè certe dinamiche sociali, semplicemente si pongono e portano le loro conseguenze senza per forza dover ipotizzare una teleologia o un qualcuno che le architetta. Ma lo stato della cultura italiana è in larghissima parte dovuta alla tragica situazione del comparto dell’educazione, dagli asili alle università e, soprattutto, dalla mania, tutta italiana, di non leggere, che, dato che l’ignoranza da sempre fatto comodo a chi governa, è dilagata senza che alcun governo provasse a rallentarla o, almeno, a contrastarla. Detto questo, non è certo con il giorno della memoria, triste occasione, annuale di ritirare fuori ed esporre qualche anziano sopravvissuto, come la senatrice Segre ed altri anziani testimoni e nemmeno propinando a tutti una rassegna delle solite pellicole che si farà crescere una memoria che, ormai, a suon di ripetere le cose, è ormai stata assorbita da chiunque

Categorie
biografia viaggi

incontro con il fennec

fennec egizianoHo già menzionato varie volte il fatto che,

xv
Categorie
biografia Europa viaggi

Sì Viaggiare

Evitando le buche più dure mi pare che Cantasse Lucio Battisti, per avere un rinfresco della memoria, qui cè il video.

xv

Ma non voglio parlare di Battisti che, ai miei tempi di scoprire la grande musica, solitamente intorno ai 13-14 anni , Quando ci sono arrivato io, nel 1984,1985, primo anno delle superiori, Battisti era già considerato musica vecchia, mentre stavano arrivando dall’estero gruppi e cantanti che saranno poi i protagonisti degli anni 90, bruce Springsteen, di cui ho parlato qui, e si iniziava a farsi un’idea degli U2, a quei tempi ancora veri rocker, ben lontani, per fortuna, dico io, dalle sonorità quasi al limite della disco di zooropa, a cui mancavano altri nove, dieci anni, infatti è uscito nel 1993, allora imperavano solo con Sundy Bloody Sunday, dall0album War poi sarebbe arrivato The Joshua Tree ed ascoltavamo ancora i Dire Straits di Sultans of Swing eAlchemy ed era il periodo d’oro dei Queen e di Alan PArsons Project che stava per diventare un fenomeno , poco dopo, intorno al 1989.1990, Madonna era ancora agli esordi della fama mondiale e cantava ancora cose come Everybody , le Spice Girls ancora erano del tutto sconosciute, Britney Spears (n1981)aveva poco più di 2-3 anni e infante era anche Cristina Aguilera(n 1980), Gigi d’Alessio era sconosciuto, e magari lo fosse rimasto.

Chi ballava lo faceva sulle note di pezzi allora già Classici come Enola gay Manoeuvres in the dark, ma al di là della musica, l’oggetto del post volva essere proprio il viaggiare, nel senso di

Categorie
Europa guccini politica

Considerazioni sul reddito di Cittadinanza

Il M5S di seguito Il Movimento,

xv
Categorie
Europa politica

ALITALIA un articolo vecchio

Pubblico qui un articolo scritto durante il master in comunicazione e Giornalismo che ho frequentato da settembre 2018 a marzo 2019, master comunika in comunicazione e giornalismo, che ho recensito in corso d’opera, qui, quello che ripropongo oggi, 12 gennaio 2020 risale a ottobre 1018, quando l’eventualità di fusione tra FS e Alitalia era ancora una ipotesi considerata dal Governo:

xv

Continua a suscitare perplessità l’idea di unire alitalia e Ferrovie dello Stato Lanciata dal ministro Di Maio. Il ministro dello Sviluppo economico ha recentemente riproposto che Trenitalia, Nata nel 2000 dalla precedente Ferrovie dello Stato, versi la non irrisoria cifra di 200 milioni di euro nelle casse, tutt’altro che floride, di Alitalia, Compagnia che, per quanto strano possa sembrare, si trova ancora ua volta;nella necessità di essere di nuovo “salvata” dal dissesto economico, una situazione che perdura ormai da alcuni decenni e alla quale il Vicepremier vorrebbe appunto porre rimedio, o almeno tamponare in attesa di trovare una soluzione definitiva la cui ricerca prosegue da circa un decennio. Sfumata da pochi mesi l’ipotesi di vendita a Lufthansa, all’orizzonte non si intravedono altri potenziali compratori. D’altra parte chi vorrebbe investire in un’azienda al momento commissariata, in perdita da anni e con poche speranze di rilancio sia per il contesto economico tutt’altro che favorevole sia per problemi di corrispondenza della flotta alle esigenze di mercato, che richiederebbero apparecchi adatti a servire rotte a lungo raggio mentre la flotta di aeromobili è stata, negli anni, ricalibrata per favorire le rotte interne o comunque a corto e medio raggio, un mercato che è ormai dominato quasi del tutto dalle compagnie low cost, come easyjet e Ryanair, quest’ultima, considerata un possibile acquirente nel periodo maggio-giugno2017, ipotesi che poi non si è concretizzata.

Dopo il commissariamento iniziato a maggio 2017 a fronte di perdite pari a quasi

Categorie
Europa politica società

Usciremo mai dal familismo amorale?

Il familismo amorale è un termine sconosciuto, purtroppo, ai più: parliamone un po’

xv
Categorie
Europa politica società

la cina e i suoi prodotti

Mi è arrivato il catalogo offerte della Coop.fi, nota anche semplicemente come coop o localmente, come ipercoop

xv