Categorie
biografia cultura generale politica società

lettera aperta al Presidente della repubblica

Egregio Presidente, spero che Egregio vada Bene, anche se, mutatis mutandis, sì ed anche  habens imbrem facit, cioè avendo fatto la doccia, per assicurarsi la pulizia in presenza di tali auguste persone, o antonine, o cesaree o neroniane, insomma di imperatori ce ne sono stati tanti dopo augusto, quindim scegliete quello che preferite da usare come aggettivo,  un misero professore universitario è già appellato egregio ed un rettore addirittura magnifico, un ministro Eccellenza, un Presidente della repubblica sarà quantomeno un Eccellentissimo o Stupefacente, nel senso che provoca stupore non che assume droghe, lungi da me voler adombrare di queste assurdità. ma l’occasione mi è gradita per esternare un pensiero, non sarà che tutte queste misure per rivolgersi a quella che, in ultima analisi altro non è che una persona, sia un ulteriore tentativo di separare i cittadini dal potere e, quindi, consentire ai portatori di questo potere di gestirlo nei propri interessi, come sappiamo che spesso accade? leggete qui che cosa comporta parlare con una persona anzi con un cittadino che di lavoro fa il giudice . complicato nevvero? intanto chiamatelo magistrato, non giorgio, Pierpaolo o quale che sia il suo nome proprio, no un titolo che non è comune, magistrato e sticazzi? non lo dico per giovanilistico spregio all’autorità, ho 48anni e diciamo che il mio approccio all’autorità è, appunto, il mio, non la forma comune che i cittadini credono di dover adottare per contattare chi ha più potere, o status, di loro.. Enough said.

xv
Categorie
politica società

la scienza lo conferma niente è più odioso della frase

“gli operatori sono momentaneamente occupati, siete pregati di attendere in linea per non perdere la priorità acquisita” una ricerca della facoltà di psicologia dell’università della kamchatka orientale, ha dimostrato che questa frase è capace di far salire la pressione all’80% dei soggetti che la sentono, e questa frase è una delle molte tattiche che vengono messe in azione, implementate, ma questo verbo mi fa schifo, dai call center istituzionali per fare in modo che i lavoratori che lavorano circa 6 ore al giorno, un paio di giorni alla settimana, non debbano rispondere troppo spesso al telefono e possano avere il tempo di andare al bar per la 3a, 4a e forse anche quinta colazione della giornata oppure abbiano tempo di finire il cruciverba che stanno facendo, perchè, una volta ottenuto un impiego pubblico, grazie a una amicizia o parentela possano rilassarsi senza di fatto lavorare, perchè lavorare, in attesa della pensione è faticoso e va evitato ad ogni costo.

xv
Categorie
Europa politica società

come vincere le prossime elezioni

Attualmente non sono in politica, ma ho una laurea triennale che, ai fini dei concorsi pubblici, è  equivalente ad una laurea in scienze politiche e inoltre sono iscritto al corso di laurea magistrale in sociologia e ricerca sociale, quindi di politica qualcosa ne so, e oggi mi va di dare un consiglio a chi vuole essere eletto alle prossime elezioni, se e quando ci saranno, data impossibile da prevedere dato che i M5S- tutti falliti nella vita privata, pre-politica non hanno assolutamente alcuna carriera da riprendere al termine del loro mandato parlamentare e, quindi, staccarli dalle poltrone sarà molto più difficile del normale(che già è piuttosto complicato)– e cercheranno di portare avanti il governo giallo rosso il più a lungo che potranno…. per poi tornare a casa a godersi la pensione, che i giovani che hanno un lavoro, o fortunati, e questo lo dico con invidia da non più giovane e disoccupato da quasi 5 anni.

xv
Categorie
cultura generale Europa media scienza società

la vecchia Italia ha paura dell’influenza ma l’isteria ha altre radici…

grafico di 30enni e 60enni a confronto 2018e quali sono le radici della reazione isterica delle persone che si sono chiuse nel razzismo e che evitano, ad esempio di andare a prato perchè Prato ha una popolazione di quasi 30000 cinesi immigrati e lavoratori, ma l’italia mentre i cinesi discendevano su prato e, di fatto, la colonizzavano in modo pacifico, ed i Russi per un breve periodo colonizzavano altrettanto pacificamente, Montecatini e Santa Croce, con decine di Amanti che sono tornate in russia appena la crisi economica ha colpito duro, con lo slogan “Finiti i soldi, finito Amore” Cinico ma realistico, -mentre tutto questo avveniva negli anni 90 del secolo scorso, in contemporanea con le prime ondate di invasione dall’albania anche queste pacifiche e a distanza di una 25 di anni tutte ben integrate nel tessuto sociale della toscana- che, al contrario ad esempio, del veneto non si è chiusa nel razzismo della Lega, quella di bossi e, oggi, anche quella di Salvini.- mentre queste cose accadevano cosa facevano gli italiani non intesi come singoli cittadini ma come comunità?

xv
Categorie
cultura generale politica società

La guerra

Continua, avrei voluto poter scrivere

xv
Categorie
biografia politica società

Spiaggiato

Come le balene,

xv
Categorie
cultura generale Europa media politica Senza categoria società

Combattere il razzismo e l’antisemitismo ma non con il giorno della memoria

Iniziamo dicendoci che quello che è accaduto agli ebrei nella seconda guerra mondiale è una cosa orrenda e inaccettbile per una società che vuole dirsi civile, sull’argomento sono stati scritti fiumi di parole, chilometri di carta stampata, metri e metri di pellicola e qualunque altra misura si voglia immaginare per un mezzo artistico atto a descrivere quello che succedeva nei paesi sotto la dominazionenazista e nei lager come Auschwitz, Dachau, Treblinka e Birkenau e Sobìbor, per citarne solo alcuni tra i più noti, Schindler’s List ma anche “se questo è un uomo” di Primo Levi, che sull’argomento ha scritto anche “La Tregua”Le Benevole” di Jonathan Littel, che racconta i fatti d aun punto di vista originale, quello di un ufficiale Tedesco non direttamente implicato con quello che avveniva nei campi di sterminio, ma comunque implicato in quello che succedeva nell’est europa in attuazione del Fall Gelb, il Caso Giallo, che però avvenne agli inizi del 1940 sul fronte occidentale invece che orientale.

xv

In ogni caso l’applicazione della tecnologia moderna allo sterminio non poteva dare che i risultati noti e ben descritti da hannah harendt in la banalità del male , che, al contrario dei libri precedentemente descritti, è un saggio storico che si occupa del processo ad Eichmann a Gerusalemme e nel descrivere ciò che accade spiega anche come si sia potuti giungere a certi picchi di disumanità .

Alcuni di questi libri Ci sono e Vi sono stati propinati, direi imposti, a scuola, soprattutto per chi ha frequentato le scuole medie negli anni ’80, e i fatti sono noti anche per memoria culturale e generazionale, non per fortuna, per averli vissuti in prima persona, ma dalla cultura generale anche se, in Italia questa sta scomparendo come neve al sole grazie ad un processo di abbattimento della cultura che è in corso almeno a partire dal 1968, ed è uno di quei processi dei quali è inutile cercare il colpevole, perchè certe dinamiche sociali, semplicemente si pongono e portano le loro conseguenze senza per forza dover ipotizzare una teleologia o un qualcuno che le architetta. Ma lo stato della cultura italiana è in larghissima parte dovuta alla tragica situazione del comparto dell’educazione, dagli asili alle università e, soprattutto, dalla mania, tutta italiana, di non leggere, che, dato che l’ignoranza da sempre fatto comodo a chi governa, è dilagata senza che alcun governo provasse a rallentarla o, almeno, a contrastarla. Detto questo, non è certo con il giorno della memoria, triste occasione, annuale di ritirare fuori ed esporre qualche anziano sopravvissuto, come la senatrice Segre ed altri anziani testimoni e nemmeno propinando a tutti una rassegna delle solite pellicole che si farà crescere una memoria che, ormai, a suon di ripetere le cose, è ormai stata assorbita da chiunque

Categorie
politica società

Smarrimento

Smarrimento perchè, nel volgere di pochi anni, diciamo dalla metà degli

xv
Categorie
biografia politica società

non fidatevi delle poste, specialemente sui libretti postali

ufficio postale, libretto postale, risparmioMolti di noi hanno libretti di risparmio postale e, sia accedendo al sito di poste italiane che visitando le poste si vedono svariati poster, soprattutto negli uffici dove la gente passa delle ore in coda, che agli sportelli dove si fanno altre code… tutto per rassicurarci e farci credere che dando i soldi a cassa depositi e prestiti e alle poste stesse, li metteremo al sicuro per il futuro e/o per i nipoti o figli, ecco, per esperienza personale vi faccio sapere oggi, 22 gennaio 2020 che…

xv
Categorie
politica Senza categoria società

La sinistra

Non esiste più, c’è solo una congerie, meglio, un’accozzaglia di partitelli, movimenti, gruppetti sperduti e in cerca di una identità, che riescono a fare causa comune solo quando qualcuno addita loro un nemico esterno, e altrettanto spesso, uno interno alla loro parte politica, da accusare di essere “di destra” e da attaccare senza pietà fino alla sua scomparsa, metaforica o reale (Craxi e Berlusconi sono esempi Storici)  mentre salvini è IL Nemico attuale, ma comunque la sinistra italiana degli anni 2020 non si muove se non ha un nemico da attaccare strenuamente, forse questo deriva da pulsioni rivoluzionarie mai del tutto subite e mai soddisfatte a pieno, anche se ci sono stati tentativi con le lotte operaie degli anni 60 e 70 fino ai tentativi di lotta armata, tristemente celeri del terrorismo degli anni di piombo, poi fortunatamente rientrate e che oggi si sfogano in un antiamericanismo forse di facciata o forse indotto dall’essere di derivazione filosovietica e che porta la sinistra ad atteggiamenti di filo ambientalismo estremi quali la sindrome banana e l’appoggio incondizionato a qualunque causa simil rivoluzionaria ovunque nel mondo emolto spesso a sublimarsi in continue lotte intestine che portano allo sfascio i partiti e le correnti, si veda l’attuale frammentazione del Partito Democratico, oltre ad atteggiamenti ossimorici ed assurdi quali appunto, un partito che si definisce Democratico ma, poi, addita qualunque altro movimento come “fascista” e ne vieta le manifestazioni politiche come ad esempio una raccolta di firme o un corteo, in modo assolutamente tipico di una qualsiasi dittatura, eppure si vogliono chiamare democratici quando poi non accettano alcun dissenso neanche tra le loro stesse fila, allo stesso tempo sono impegnati in un rapporto esclusivo con il sindacato che, da parte sua, non difende più i lavoratori ma solo i lavoratori di aziende che, in caso di vertenze sindacali,

xv